Addestramento

L’art. 251 dei Decreto Legislativo 15 marzo 2010 n. 90, recante il Codice dell’Ordinamento Militare ed in vigore dal 9 ottobre 2010, al comma nr. 1 prevede che coloro che prestano servizio armato presso enti pubblici o privati sono obbligati ad iscriversi a una sezione di tiro a segno nazionale e devono superare ogni anno un corso di lezioni regolamentari di tiro a segno.
I corsi sono tenuti da istruttori di tiro operativo con qualifica U.I.T.S. ed hanno come oggetto:

  • Verifica del corretto maneggio dell’arma in condizione di sicurezza globale – illustrazione della manipolazione ed uso dell’arma in sicurezza;
  • Peculiarità ed utilizzo funzionale dell’arma in dotazione – porto tattico e porto operativo ;
  • Illustrazione delle tecniche di tiro, corretta estrazione dell’ arma dalla fondina, norme di sicurezza nella fase operativa;
  • Esercizi a fuoco per verifica delle tecniche acquisite, correzione degli errori fornendo appropriati “aiuti” necessari al corretto apprendimento della tecnica;
  • Esercizi a fuoco introducendo problematiche connesse all’utilizzo dell’arma durante uno scontro a fuoco (inceppamento – cambio tattico e d’emergenza dei caricatore- utilizzo della mano debole);
  • In relazione allo stato di addestramento acquisito si introdurranno ulteriori tecniche avanzate di tiro a discrezione dell’ istruttore.